martedì 29 aprile 2014

Beltane

La  Notte di Valpurga  è una tra le  feste di celebrazione della primavera nelle  zone centrali e settentrionali d’Europa. Secondo la leggenda le streghe si radunano  sul monte  Brocken per salutare la primavera.In tutta la Svezia c’ era la tradizione di accendere i falò con lo scopo  di cacciare i demoni.Usanza che oggi rivive  tramite fuochi  che bruciano  le potature e gli scarti dei giardini.
Si commemora S. Valpurga che si dicesse proteggesse dalle streghe.Poichè le feste celtiche legate alla Dea della fertilità vennero scambiate (come al solito) per feste demoniache, anche quella del primo maggio fu vietata con la cristianizzazione.Il 1° maggio 871 il  corpo di S. Valpurga,badessa del monastero di Heidenheim, fu trasportato presso Eichstätt  nella chiesa di S. Croce.Questa coincidenza di date e la leggenda sulla sua tomba la fanno protettrice dalle streghe .Sembra infatti, secondo un antico racconto, che dalle pietre della sua  tomba , sgor­gava un miracoloso olio di molteplici virtù tra le cui quello di fungere da difesa dalle streghe.Per gli antichi Celti era invece il passaggio alla bella stagione.. con feste e libaggioni si attendeva l’ alba simbolo della vittoria della luce sulle tenebre.Questa notte era presieduta dalla Dea della fecondità, la grande Dea che governava sulla vita e sulla morte.”I Fuochi di Bel”, Dio della Luce, illuminavano, dalle colline, le valli a simbolo di trionfo della luce stessa e due di questi fuochi (sempre la coppia , il Dio e la Dea) venivano preparati con nove legni sacri ai celti (il numero del cosmo), da nove uomini,che li procuravano andando nei boschi. 

A simboleggiare l’ unione sacra del Dio con la Dea  molte coppie fanno l’ amore ..poichè questo giorno è dedicato alla fertilità ma anche alla passione.Il matrimonio che unisce cielo e terra rivive nell’ immagine degli Dei che si uniscono. I  falò rituali venivano accesi a coppie a simboleggiare la fusione amorosa e feconda, il perpetrarsi della specie, il maschile e il femminile.  La rugiada è simbolo di questa unione, dal cielo essa rende umida e feconda la terra,e in questa giornata si diceva avesse grandi poteri e le donne che usano bagnarsi di essa avranno il dono della gioventù e bellezza.Ancora meglio se si tratta di rugiada  avuta accarezzando un biancospino.Questa pianta simbolo di Beltane è abitata dalle fate.Le usanze sono diverse in ogni paese ma una cosa accomuna tutti gli usi: il potere  dei falò tra i quali venivano fatte attraversare le bestie e le persone  con lo scopo di purificarle e il potere fecondante delle ceneri dei fuochi stessi .I legni sacri di Betulla, Quercia,Salice, Biancospino, Nocciolo, Melo, Vite, Abete o pino,Sorbo selvatico erano atti a ottenere la cenere per fecondare i campi o da conservare , da parte delle donne per procreare.
Vi è ancora l’ abitudine di creare un albero su cui si legano nastri colorati attorno al quale danzare e che rappresenta l’ albero cosmico della vita.Su un biancospino o un altra pianta, se non abbiamo il biancospino a disposizione,  si possono porre strisce colorate in sintonia col nostro desiderio: ad esempio rosa per l’ amore romantico o verde per la prosperità ecc.. visualizziamo i farries che vivono nell’ albero e concentriamoci con la sua energia ..quando ci sentiamo “carichi” addobbiamo l’ albero dei nostri nastri melodiando il nostro desiderio.Allontaniamoci con rispetto lasciando un omaggio di riconoscenza ai piedi dell’ albero!
Il verde sarà il colore di base per questo magico giorno , e ci si potrà vestire coi splendidi colori dei fiori.Anche la tavola e l’ altare seguiranno questa linea.Particolarmente bello sarà il ricamare in questo periodo : l’ ago e il filo che penetrano la stoffa e danno vita a qualcosa di nuovo e di bello: il ricamo appunto!Ci si potrà adornare di pietre quali Malachite, granato, quarzo rosa, smeraldo..
Il bagno sarà ricco di petali di rose, mentre l’ incenso sarà l’ unione di olibano, gelsomino, ylang ylang, pesca e vaniglia.Simboli per l’ altare:corna del Dio dei boschi e palo di maggio mentre per la Dea l’ ape e la mucca.Tutti simboli legati alla fecondità..anche Vishnu,il Dio indù spesso è rappresentato come un ‘ ape blu posata sul fior di loto (la Dea).L’ ape feconda i fiori…ma esse producono il miele sostanza che dona salute  e longevità e legata per tradizione alle fate le quali lo apprezzano molto.Le candele di Beltane saranno rosa , rosse e verdi, e gli Dei da adorare quelli della fertilità compresi  Pan, Eros, Artemide, Diana, Afrodite, Bacco..Nottata ottima per la divinazione e gli incanti d’ amore e prosperità. Nell’Antica Roma era giornata sacra a Flora, protettrice delle piante in fiore che si festeggiava con canti, balli e abiti variopinti a indicare la primavera e la bellezza dei fiori mentre la notte del Primo Maggio era sacra a Bona Dea,la Dea dei campi,festa i cui misteri erano permessi solo alle donne. Il giorno successivo era dedicato alla  sposa di Vulcano Maia, da cui il nome maggio.

Nessun commento:

Posta un commento