lunedì 13 gennaio 2014

Luna del Lupo di Gennaio

La Luna di gennaio è la Luna del Lupo (o Luna calma, Luna della neve, Luna fredda, Luna casta, Luna brillante o Luna del piccolo inverno). Per questi animali è un momento di scarsità del cibo e poichè sono molto uniti si muovono a branchi verso i villaggi e si aiutano fra loro per il sostentamento.I lupi sono quindi molto solidali tra loro e rimangono per tutta la vita nella stessa famiglia vivendo in funzione del branco sia per sopravvivere, sia per l’affetto, la conoscenza e il sostegno morale. In solitudine si abbandonano alla morte.Questa luna è quindi dedicata alla famiglia, ringraziamo la Dea per il dono di averne una e ricordiamoci dei membri più anziani e dei nostri avi che sono in un altra dimensione.




Per festeggiare questa Luna del Lupo,che ci ricorda il senso del gruppo e della famiglia sarebbe bello poter vestirsi color bordeaux.
Componiamo un incenso a base di olibano, lavanda o pino e rosmarino.
La candela adatta è  rosa intenso.
Poi  alziamo la coppa e facciamoci riflettere la luna ,
sentiamo , 
attraverso il vento i messaggi della Dea: 

Se il vento viene da sud sarà l' amore il tema toccante di questa luna. Tagliamo una mela in orizzontale e proclamiamo un desiderio, offriamola alle divinità.
Se il vento soffia  da ovest affidiamo il nostro pensiero ai defunti.
Se il vento spira da est prepariamoci al nuovo.
Se  vento soffia da nord occorre non fare richieste ma affidare i nostri bisogni alla Dea. Lei sa ciò di cui abbiamo bisogno, sempre, noi qualche volta no!

Preghiamo per il gruppo e la famiglia.

Accendendo l' incenso:

Luna piena, la Dea Madre, in questa sacra notte,lascia, per un attimo , il sonno invernale.
Nel cielo stellato giunge e rifulge, Regina di ogni regno, per benedire i figli suoi.
E questa tua figlia/o ti attende, per onorarti

Si accende la candela e si dice:

Alberi di bruma imbiancati, le luci del cielo danzano tra i vostri rami, la luna si riflette tra i ghiacci del lago, le Parche ricamano fili d' argento rubati alle nubi dipinte dalla luce della luna..  
Giungono i lupi,
ma io non temo 
essi portano i messaggi dei tempi antichi,
degli Dei. 
Possa unire la mia benedizione alla vostra o Divino Padre o Divina madre, perchè benevolenza discenda sulla nostra famiglia, sui nostri fratelli , sulle nostre sorelle!

Beviamo l' acqua lunare pregando la Dea e onoriamo gli Dei tutti con biscotti dolci e a mezzaluna e beviamo succo di mela.

Congedo e ringraziamento:

Oh  dolce  Dea della Luna,grazie di aver accompagnato la mia sacra danza, per la tua presenza costante e amorevole. Grazie o Dei che sempre accanto a noi restate nella notte più buia, alla luce del Sole che si affaccia ai cancelli delle tenebre,al giungere del giorno.
Grazie o magici elementi che scandite la vita , fedeli custodi.
(offerta di miele e dolci al piccolo popolo).
A voi la lode , a voi il grazie in questo congedo.

 

Nessun commento:

Posta un commento