sabato 14 dicembre 2013

Nevicata in Egitto

Le Parole hanno in sè una vibrazione, il modificare le posizioni delle lettere o leggere al contrario una parola per ottenerne un ' altra ha un' elevato potere energetico. Sono concetti molti difficili, che si comprendono di più con l' uso della tecnica che non con una spiegazione modesta che fatico a dare (non lo nego).
Parlando di neve che è caduta in persino in Egitto, vediamone il significato esoterico. Se la si traduce in ebraico si ottiene la parola Sheleg. Al contrario, secondo l' uso delle lettere ebraiche, si ottiene Galash cioè "ribollire"
Le 3 lettere che la compongono sono legate al numero 3:

 300 (Shin)
 30 (Lamed)
 3 (Ghimel)

E rimescolate danno una nuova parola: Violare,fare qualcosa di immorale.

La neve nella Bibbia è vista sia come simbolo della lebbra, come simbolo di biancore dovuta al pallore della malattia, sia come ravveddimento dai peccati e come purezza.
Abbiamo il candore freddo e il potere del fuoco, il peccato e la purezza morale.
Così è il ciclo della neve:

é ghiaccio , col caldo si scioglie e diventa acqua che evapora per tornare ad essere neve. 
Il ciclo del numero 9 ottenuto dalla somma del 333. Infatti era dal 1901 che ciò non accadeva una simile nevicata all' est (punto cardinale di aria, comunicazione, dove sorge il sole): 
1 la partenza, 9 il ripetersi dell' evento, 0 il tutto e il niente, 1 un nuovo inizio.
E il tutto al 13 dicembre, giorno magico per eccellenza.Quindi in prossimità della festa di Chanukha che avviene in inverno, nel periodo della “neve” e dell’”oscurità”.  
Il 13° angelo in ordine alla cabala, Iezale,l è posto sotto la guida dell' arcangelo Michele ed è l' angelo della conciliazione e della gloria divina, mentre l' angelo del 13 dicembre è Nanael, posto sotto il patrocinio dell' arcangelo Hesediel. Il suo compito è di collaborare con gli altri angeli che dominano il focoso segno del sagittario.Esso da caratteristiche di impulsività ma anche di amore, lealtà e indipendenza, contrapposte alle caratteristiche dell' antagonista di Nanael, l' entità oscura Abadir che porta al narcisismo e alla mancanza di comunicazione e all' ignoranza.
Il messaggio lo possiamo dunque noi stessi interpretare: senza troppi programmi aprire il cuore e cercare la conoscenza con lealtà. E' il ciclo del tempo che ci riporta alla torre di babele, alla confusione, da cui però nasce la chiarezza , grazie alla collaborazione dei 6 angeli del segno che costruiscono , letteralmente, un castello di grazia e purezza.

Se poi questo ciclo si perpetua in modo da canalizzarsi verso l' elevazione spirituale o verso la caduta è scelta di ognuno.

(fonti : la Bibbia, la cabala,e motori di traduzione per le parole in ebraico).

Nessun commento:

Posta un commento