venerdì 20 dicembre 2013

Fate dell' Agrifoglio

La Fata dell' agrifoglio è figlia dell' inverno, quando la terra dorme per rigenerarsi, lei spunta felice a portare un pò di colore tra la neve o i grigiori dell' inverno.
Sorella delle fatine della neve, ha gli occhi azzurro cielo e come tutte le fate non ha ali vere e proprie ma un energia che si espande e le permette di muoversi, allegra e festante tra i fiocchi di neve e le fate dei ghiacci e cristalli.
Si distingue per la luce verde e tenue e se si mostra sembra una bambina con una sciarpina rossa. 
Allegra e danzante dispensa protezione e doni.
Trovare una bacca di agrifoglio sulla neve o lontano dalla pianta indica che la fatina vuole farvi un omaggio, se raccogliete la prima bacca dell' anno ci sarò una sorpresa in arrivo o  potrete realizzare un desiderio...basterà tenerla in mano,visualizzare il desiderio e soffiarci sopra tre volte.
Questa fatina adora i boschi e passeggia soave in compagnia di cerbiatti, assieme alla fata della neve che si distingue da lei perchè  vestita di bianco con un manto blu.
Accompagna i fiocchi di neve, osserva curiosa i preparativi che gli umani fanno per Yule. Ascolta e danza ai canti dei rituali e aspetta che qualcuno pianti un agrifoglio nel proprio giardino per poterlo abitare e proteggere la casa e il giardino che la ospita.
Come tutte le creature del piccolo popolo adora che gli si dedichi un pensiero, un canto, un dolce... miele, biscotti e nocciole sono doni ideali assieme a poesie e trilli di campanelli...
Ricordiamoci degli elementali, essi sono presenti, e ogni tanto ci aprono il loro mondo fatato per ricordarci della eterea sostanza di cui sono fatti i sogni, per farci sentire vicino agli Dei e parte dell' universo.

Nessun commento:

Posta un commento