mercoledì 23 ottobre 2013

Sahmain

C è un luogo oltre il tempo e lo spazio...                      
i sogni impalpabili divengo luce vera,
nel confine tra i due mondi si apre il varco
intessono i fili del destino Dee dalle fini dita.                                
La nebbia nasconde segreti,
echeggia tra le valli il canto degli antichi
sospesa tra buio  e luce
vaga la strega
mormora scongiuri
anime libere
sussurrano canti.
Le fiamme guizzano nel camino..
semi di zucca, rosmarino e sale..
brucia sul carbone la candela dello Spirito Santo....
L' incanto si compie mentre la cenere
brilla tra le dita affusolate della strega...
La notte delle tenebre squarcia i veli...
si apre il sipario di un nuovo anno.
Sorge il giorno
tiepido raggio
ricomincia a girare la ruota dell' anno...




Sahmain.. ci risiamo..la ruota si chiude per proseguire lentamente il suo corso mentre la natura dorme per rigenerarsi in attesa del rinascere del sole a yule.E’ il momento del solenne ringraziamento. Gli Dei e la Grande Madre Natura ci hanno elargito molto nei mesi passati! vero che ci sono stati per molti momenti difficili.. ma siamo qui, a meditare, a vivere, a godere ancora delle meraviglie che ci circondano e solo di questo dovremmo essere grati!

Ognuno ha modi e tradizioni diverse per onorare questo momento speciale eccone alcuni: Sahmain è festa legata ai frutti  autunnali come mele,noci e zucche.Tutti conosciamo l’ uso delle zucche intagliate.. inizialmente in Irlanda si usavano rape a questo scopo , ma da quando ci fu un ondata di emigrazione in America, gli Irlandesi trapiantati nel nuovo continente ebbero difficoltà a reperire rape che furono quindi sostituite da zucche.Il fiore della zucca , il Giglio , era da sempre considerato fiore ideale per i morti, a causa del colore pallido che ne ricordava le ossa.Ma la zucca ha una doppia valenza : sacra alla Dea è associata al potere fecondante sia maschile che femminile.La tovaglia ideale sarà arancione o nera .Le candele arancioni, nere,argento, oro.Le pietre da utilizzare: corniola, onice nera e ossidiana.Le divinità :Cerridwen, Ecate ( sopratutto nella sua fase di anziana), Hel, Inanna, Ishtar,Psyche, Morrigan, Lilith e Rhiannon, grande Dea celtica , sovrana della terra che rappresenta uno degli aspetti della Dea Madre.Le piante ed erbe associate a Samhain sono: Pepe,mele, ginestra, zucca, mandragola, artemisia,salvia,rapa,noce moscata, ghiande da regalare agli amici come simbolo di lunga vita.Anche il grano quale simbolo della Dea è ideale.L’incenso in un rituale di Samhain   può contenere: cipresso,salvia, menta e noce moscata,alloro. La
mela è un frutto sacro, tagliato orizzontalmente, mostra, al suo interno un pentacolo formato coi suoi semi. Con essa si possono svolgere incanti o ottenere oracoli, in questo caso mangiare prima una nocciola che aiuterà nella divinazione.Sempre le mele sono un dono da offrire ai nostri defunti seppellendole.A questo proposito sarà utile apparecchiare la tavola o mettere cibo all’ uscio, la notte prima di coricarsi , proprio per gli spiriti che ci faranno visita, naturalmente corredare con una candela che guiderà loro la strada! Ricalcando un pò la tradizione dell’ epifania sarebbe bello confezionare dei coni in stoffa per i bambini (sostituiscono un pò le cornucopie) e farle loro trovare piene di dolci la mattina dopo.Il simbolo è molto semplice: la povertà (il cono vuoto) viene “riempito” dai nostri cari defunti che portano ricchezza e abbondanza.A questo proposito è utile parlare ai bambini degli antenati.Non dimentichiamo le foto dei nostri cari defunti da apporre in vista.
Per le streghe è il momento ideale per costruirsi la scopa! L’ altere seguirà le regole di cui sopra per ciò che riguarda colori e candele, ma nell’oggettistica non mancherà il calderone e gli animali totem della festa:
pipistrelli, gatti e cani (questi ultimi simbolo di fedeltà e sacri a Ecate).Se abbiamo il caminetto scriviamo il nome di ciascuno su una pietra e lanciamola sul fuoco.. dai segni e dallo stato della pietra al giorno dopo, si trarrà la buona sorte.Lascio l’ interpretazione personale a ognuno di noi…In alternativa bruciate noci su qui avete riposto un desiderio.Accendete una candela consacrata con olio di patchouli e osservate il colore della fiamma.. se diventa celeste un anima pura, probabilmente di una persona cara, è vicina.Fate un piccolo rito per allontanare cattive abitudini.Costruite una scala della strega intrecciando 3 nastri di diverso colore e alternando ai nodi oggetti quali pietre, bottoni, piume ecc…sempre intenti positivi e mai cercare di manipolare l’ altrui volontà..ricordiamoci la regola del Tre. Non dimentichiamo la solita offerta per gli elementali.

Ricette per Sahmain:
Colcannon o cavolo chiazzato
In pratica un purè arricchito  di cavolo cappuccio, cotto e tritato,cipolla anch’ essa tritata e saltata in padella,un pizzico di pepe bianco.All’ interno si può mettere una moneta: per  chi capiterà sarà segno di ricchezza ma ATTENZIONE, USARE TUTTE LE PRUDENZE DEL CASO, per evitare soffocamento.Si può sostituire l’ uso della moneta all’ interno del cibo ponendola sotto il piatto.. chi si siederà nel posto con la moneta avrà altrettanta  fortuna!
Polpette di zucca
Ingredienti per  una dozzina di polpettine:
500g di zucca .
2 cucchiai di pan grattato, più quello per impannare,
30 gr.di formaggio parmigiano grattugiato,
sale,
un uovo,
40gr.  di formaggio tagliato a dadini ( scamorza,  fontina pasta dura, etc),
una cipolla piccola bianca da forno,
olio.
Ammorbidire cipolla e zucca  in  padella.Frullarle le verdure col pane,uovo sale e parmigiano.Da qui fare le polpettine al cui interno andrà posto un nocciolo di formaggio a pasta dura.Impannarle e friggerle.Volendo variare invece del dadino di formaggio  aggiungere  all’ impasto del prezzemolo e sostituire il parmigiano con pecorino.
Fare una torta a forma di corna di cervo come si usa in alcune zone della Bretagna: le  kornigou, che simboleggiano il Dio cornuto che perde le corna prima di rientrare nel suo regno nell’Aldilà.
Come bibite: birra,vino , idromele, succo di mela per i bambini e rhum zuccherato aromatizzato con limone e  arancio da bere caldo… la ricetta originale di questo elisir è reperibile in vari siti.

Nessun commento:

Posta un commento