venerdì 30 agosto 2013

Mabon

Astronomicamente per equinozio si intende il momento in cui il Sole si trova all’intersezione tra l’eclittica e l’equatore celeste.In quei momenti , che sono due durante l’ anno (primavera e autunno), la linea di distinzione tra la zona illuminata e la zona ombra del nostro pianeta  passa attraverso i poli , in quanto il Sole è perpendicolare all’ equatore.Nel nostro emisfero la data che varia tra il 22 e il 23 settembre vede compiersi l’ equinozio di autunno.Quest’ anno avverrà il 22 Settembre alle 20:44  da quel momento le giornate saranno più corte a causa del percorso del sole che si svolge sotto l’ equatore celeste che in parole semplici non è altro che la  riproduzione dell’equatore terrestre sulla sfera celeste.A coincidere con l’ equinozio d’ autunno  vi è l’ ingresso del sole in bilancia, segno cardinale associato al punto Ovest. Qui entrano in gioco gli elementi aria della bilancia e acqua  per l’ Ovest.E’ lo scorrere del tempo e dei bilanci: dall’ abbandanza del raccolto capiamo ciò che si presenta per la stagione fredda, ma anche dei sentimenti e delle emozioni.La natura non muore ma dona gli ultimi fiori , gli ultimi strascichi estivi prima di addormentarsi per rigenerarsi.E’ la Dea che scende nelle viscere così come fece Inanna, Dea sumera della fertilità  in visita dalla sorella Ereshkigal signora dell’ oltretomba.Ma anche di Demetra,Signora portatrice delle stagioni e della figlia Persefone il cui destino era di trascorrere sei mesi con il marito Ade  negli inferi e sei mesi con la madre sulla terra. Mabon era il figlio della Dea madre , Dio della vegetazione.E’ il momento della raccolta dell’ uva , del vino messo a fermentare in botti nelle cantine …così come la vita apparentemente addormentata  ferve nel sottosuolo e rinasce poi col solstizio d’ inverno (Yule).Il corpo si prepara a questo momento di declino…ha bisogno di pause e di calore… sappiamo tutti quanto può essere gratificante accoccolarsi accanto al caminetto  o assaporare una dolce tazza di cioccolata sotto le coperte…E’ il momento di ringraziare , di meditare e dedicarsi agli antichi Dei. La Dea gioiosa ha amato, vissuto,donato,giocato,col calore del sole e l’ amore del Dio ..ora si sacrifica muore per poter risorgere…concetto diffuso che troviamo in molte culture e religioni..il seme se cade e muore darà copioso frutto  (Giovanni, 12, 24).E’ una stagione calma… quasi inosservata eppure ci regala colori meravigliosi e sensazioni splendide…i primi venticelli freddi che ci accarezzano , le passeggiate sulle rive del mare o dei laghi in silenzio ..senza il chiasso o la folla dei turisti… il respirare e vivere gli odori umidi dei boschi…Entriamo in contatto con il nostro Spirito, onoriamo i defunti e la Dea Anziana.. possiamo chiedere protezione, e aumentare la nostra autostima .. poichè è il momento di immagazzinare possiamo raccogliere le nostre forze proprio per questi scopi.

Nessun commento:

Posta un commento