sabato 20 luglio 2013

Oniromanzia-Sogni

L’oniromanzia è una forma di divinazione che studia i sogni nel tentativo di tradurli per una lettura del futuro.
Anche la scienza ha studiato, non senza difficoltà, il sogno come fatto scientifico ovvero come “fenomeno mentale”.
Spiegare cos’è un “sogno” esattamente e scientificamente è complicato .. si può dire che il sogno, fondamentalmente, è un’attivita mentale, un’attività cerebrale che si manifesta durante il sonno.
E’ costituito essenzialmente da una serie di immagini associate tra di loro, spesso sconnesse, ma che a uno studio approfondito sono sempre collegate alla psiche del sognatore.
I ricordi, i pensieri,le azioni nel sogno sono collegate tra di loro diversamente, almeno in apparenza, di come sono legate nella vita reale ovvero di quando siamo svegli. 

Uno tra gli strumenti di indagine è l’EEG (elettroencefalogramma) , che fornisce un tracciato delle attività cerebrali : esso esamina le onde cerebrali che possono assumere varie forme. Sicuramente, più grandi e ampie che durante lo stato di veglia, ma soprattutto più lente. Per poi subire modifiche nelle varie fasi del sonno.
Durante il sonno demoninato paradossale avviene il movimento rotatorio degli occhi noto come fase R.E.M (”Rapid Eye Movements”).E' durante questa fase che probabilmente si sogna.
Ma se si prova a svegliare un  soggetto, costantemente, durante la fase di sonno paradossale,  esso si mostrerà in poco tempo affaticato, irritabile,  e insistendo a   svegliarlo durante le sue fasi R.E.M., compariranno disturbi psichici.
A conclusione di questi esperimenti si può affermare che il cosidetto “sonno paradossale” (il momento in cui un individuo “sogna”)  è fondamentale per il “riposo”.
Alcune persone che affermano di non “sognare mai",
ma questa è un impressione solo apparente: il fatto è che l’individuo “non ricorda” ciò che ha sicuramente sognato.
Ci viene in aiuto infatti ancora l’EEG che dimostra scientificamente che le fasi R.E.M. ( il sonno paradossale che indica che l’individuo sta sognando) si susseguono, in un indiiduo normale, circa ogni 90 minuti e durano una media di 20 minuti circa, fase che aumenta sensibilmente verso la fine del sonno, al mattino.Il sogno è una “attività cerebrale” normale e indispensabile all equilibrio nella vita dell’uomo.

Da sempre l’uomo ha sempre attribuito ai sogni un significato profondo, tentandone di interpretarne il significato e la simbologia.
I sogni possono essere premonitori o straordinari. Ci sono persone che appaiono più ricettive e che hanno una “comunicabilità” accentuata con il mondo inconscio dei sogni.
Anche la religione attribuisce ai sogni il significato di "mezzo di comunicazione" con Dio stesso.
Nella Bibbia, nel libro di Giobbe, troviamo l' affermazione che Dio ci parla talvolta attraverso il sogno.

I sogni ordinari, che discendono direttamente da un attività psichica presente in ognuno di noi, sono quelli che ci consentono di esplorare il nostro “io”, il nostro subconscio. 
Nei sogni “ordinari” si analizzano i legami che esistono tra le “immagini ” sognate e le “azioni” sognate . Ci sono poi i sogni “premonitori” : la nostra mente è in grado di elaborare milioni di informazioni e di ottenerne proiezioni.

In realtà i “sogni premonitori” possono essere suddivisi in sogni premonitori propri e indotti da entità che così comunicano con noi. Essi ci aiutano a capire problematiche e affrontarle.
Alcuni sogni “straordinari” ,molto lunghi, spesso articolati in più scene : al risveglio lasciano sensazioni di varie emozioni: di angoscia, di felicità, di euforia, di pace, di paura.
Sono sogni che possono essere interpretati con il metodo introspettivo : occorre “capire” il soggetto, la sua vita , le sue difficoltà, le sue motivazioni.

Alla luce di questo si può caopire come interpretare un sogno, tenendo conto dell' età, della situazione, delle condizioni riguardanti il soggetto che sogna.
Alcuni sogni possono essere interpretati dopo aver compiuto incantesimi o esercizi divinatori proprio a questo scopo.
Tra questi metodi divinatori vi sono l' uso di pietre, piccoli rituali con candele e preghiere - segnature invocanti nomi di Santi , come San Giorgio , il quale, si dice , lascerebbe tracce del suo avvenuto passaggio durante la notte.
Queste segnature si devono recitare in modo particolare durante alcuni periodi dell' anno.
Ed ecco uno schemino per interpretare i sogni : occorre innanzitutto tenersi vicino un quaderno- agenda e una penna sul comodino :

Rispondere prima di dimenticare il sogno ai seguenti quesiti:

1) segnare i punti principali del sogno: es.animale, luogo , persone ecc....
quindi dove eravate, che atmosera c' era... eravate a vostro agio? c' erano animali ? cose o soggetti particolari?
2) dettagli più importanti con relativa motivazione ..ossia cosa vi ha colpito x ritenerli importanti
Ora dividiamo il sogno x fasi:
Inizio-svolgimento- elementi-
A) le persone o gli elementi del sogno riflettevano una parte di voi o della vostra attuale situazione? con che messaggio?
B)  avete tratto spunti che applicabili alla vostra vita potreste aver tralasciato o che vi erano sfuggiti?
C)la parte finale del sogno..
D)se  vi capitasse di vivere veramente il sogno come agireste?

Nessun commento:

Posta un commento