domenica 21 luglio 2013

La Profezia Di Malachia

San Malachia O'Morgair è nato ad Armagh nel  1094 –ed è morto all' Abbazia di Clairvaux il 2 novembre 1148. Era un arcivescovo cattolico, santo e abate irlandese, titolare dell'arcidiocesi di Armagh.
I fedeli gli attribuiscono alcuni miracoli e la Profezia sui papi, una sorta di  visione riguardante essi.Si tratta in pratica di un elenco di 112  frasi in latino che avrebbero lo scopo di descrivere  i pontefici della Chiesa cattolica a iniziare da papa Celestino II  (1143) e fino  ad un papa descritto come "Pietro il Romano", il cui pontificato segnerà la fine di Roma e  il Giudizio universale. Malachia divenne Santo sotto papa Clemente III, il 6 luglio 1190.
Secondo la detta Profezia  il 111° papa  viene indicato con il  motto De gloria olivae,  cioè "dalla gloria dell'olivo. In effetti  Benedetto XVI ha delle associazioni con l' olivo : alcuni monaci Benedettini hanno l' appellativo di monaci olivetani e nel 2009 proprio  Papa Ratzinger ha proclamato santo il fondatore dell'ordine degli Olivetani, Bernardo Tolomei. La profezia sugli ultimi due papi viene data anche dalla monaca di Dresda.Un personaggio carismatico vissuto alla fine del 1600. Una monaca semianalfabeta che si trovava in un convento sulle rive dell'Elba, veggente che in stato mistico parlava in lingue straniere e che avrebbe,tra le sue profezie confermato in  parte quelle di San Malachia.
Bisogna dire che nel corso dei secoli si sospetta si siano perse alcuni parti delle  frasi... e che quindi tutto potrebbe essere segnato da delle inesattezze...importante sottolineare che non si parla della fine del mondo ma della fine del papato.. forse Malachia aveva "visto" le dimississioni di Ratzinger o forse siamo di fronte a grossi cambiamenti all' interno della chiesa stessa... cambiamenti annunciati da tempo  anche  dalle grandi civiltà del passato, le quali vedevano in quest' epoca un grande  mutamento a livello di spiritualità... siamo quindi a una svolta... che strada prendere è in parte scelta nostra , nel bene o nel male... il risveglio dell' umanità a nuove conoscenze e a una crescita è vicino...

Nessun commento:

Posta un commento