lunedì 29 luglio 2013

Gran Sestile del 29 Luglio

Luna in Toro, Venere in Vergine, Marte e Giove in Cancro, Saturno in Scorpione, Nettuno in Pesci, Plutone in Capricorno, segni d' acqua e di terra che formano la rara figura di un gran sestile astrologico.
Nei dettagli un gran sestile disegna la forma geometrica dela Stella di Davide, il Sigillo di Salomone con una distanza di sei pianeti a 60° gradi tra loro (sestile) e il supporto di trigoni (120°). 
Queste configurazioni permettono ai pianeti di collaborare tra loro creando un energia positiva.
Per molti di noi sarà il momento adatto per poter far affluire positività nella vita.
L' unico ostacolo che impedisce di godere dei benefici del transito è la facilità.
Per paradosso i transiti "difficili" soprattutto l' opposizione, sono una spinta a superare gli ostacoli.
Pur rendendo le situazioni più pesanti,la soluzione dei problemi porta alla crescita.
Coi sestili avviene tutto in modo scorrevole, tanto che potrebbero passare inosservati anche i benefici del transito stesso, così da non poter goderne i frutti.
Per poter sintonizzarci con le energie che ci amano e sostengono abbiamo bisogno di comprendere che nulla è permanente e che il dolore è inevitabile nella vita. Ciò significa lasciare andare l’aspettativa illusoria che non ci dovrebbero essere conflitti e sofferenze nella nostra vita, a meno che non abbiamo fatto qualcosa di male o che ci abbiano fatto del male.
Il desiderio e l' aspettativa di ognuno di noi è di ricevere il bene, sopratutto se bene abbiamo seminato con amore.
In realtà, il dolore, per chi più e chi meno, ci accompagna per attimi più o meno brevi.
Questa non - accettazione crea vittimismo e rabbia che ricerca una causa, un capro espiatorio.
L' uscire da questa spirale accettando sia i momenti positivi e gioiosi che quelli dolorosi ci permette di vivere la vita in pienezza.
Cogliamo tutto ciò che è positivo, offriamo un sorriso a nuovi amici, e risaldiamo i rapporti con amici che non vedevamo da tempo.
Stiamo e riscopriamo  chi ci ha sempre amato, accettato, voluto bene e cogliamone l' essenza..
Semplicità è la parola d' ordine... senza pensare ai dolori e conflitti, 

"Le amicizie vere sono quelle che si fondano sul sentimento; l'amico non giudica, comprende." 
( Aldo Fegatelli ) questa è la chiave... l' accettazione e la comprensione poichè 
"Tutti vogliono avere un amico, nessuno si occupa d'essere un amico."
(Alphonse Karr).
 Lasciamo da parte l' autocommiserazione e puntiamo ai veri sentimenti: 
“Giunge un momento nella vita in cui dobbiamo smetterla di attraversare oceani per persone che non sono disposte nemmeno a saltare una pozzanghera per noi.” (Anonimo)

Buona Meditazione a  tutti! )O( .

Nessun commento:

Posta un commento