lunedì 1 luglio 2013

Croce Di Caravaca E Medaglia Di S. Benedetto

La Croce di Caravaca è una speciale croce la cui origine risale al 1231 quando la città spagnola di Caravaca de la Cruz era governata da un musulmano: King Abu Zed.Molti sacerdoti cattolici furono arrestati e tra questi c’ era  don Ginés Pérez Chirinos, un prete che era particolamente conosciuto per l’ ottima opera di predicatore e di carità.Toccò proprio a lui di soddisfare una curiosità del governatore musulmano..celebrare una Messa. Al momento del rito si accorse che nella moschea dove stava officiando mancava la croce. Furono 2 angeli che,miracolosamente gliela porsero dalla finestra. Questa originale croce aveva l’ asse doppio e il fatto fu talmente stupefacente che King Abu Zed si convertì al cattolicesimo. Da allora questa croce divenne così famosa da essere conosciuta in tutto il mondo .Essa emana una particolare forza  rapportata all’ energia di colui che ne avrà beneficio. E’ infatti un eccellente protezione di persone e luoghi, che opportunamente caricata diventerà uno scudo potente secondo necessità . Sarebbe meglio averla in regalo ma è adattissima anche qualora si acquistasse,previa purificazione e consacrazione. La santeria Cubano detiene un speciale rituale per la sua consacrazione che viene tramandata da Santero a Santero.Naturalmente ci sono molti modi per caricarla e consacrarla e quasi tutti vedono in uso le candele bianche e l’ acqua. I materiali con cui viene lavorata la croce possono essere vari metalli, oro, argento o legno e per ogni caso particolare di protezione si usa la consacrazione con una preghiera specifica,la più famosa è indirizzata a sant’ Anna oppure si può accompagnare con la preghiera di S. Tommaso d’ Aquino:
Crux mihi certa salus. Crux es quan semper adoro.  Crux mihi refugium.  Crux domini mecum. ” Che tradotto significa: ” Croce donami la salute, Croce che sempre ti adoro, Croce mio rifugio, Croce del mio Signore sii sempre con me “.Spesso a questa potente medaglia si affincano preghiere di Novena alla Vergine e Sant’ Elena. Un ‘ altra potente protezione ci viene dalla medaglia di S. Benedetto che trae le

origini da episodi della  vita del Santo,il quale sostenne lotte col demonio. La sua massima diffusione avvenne nel 1600, dopo un processo di stregoneria in Baviera quando alcune presunte streghe dichiarono che l’ abbazia era protetta da una speciale croce. Era appunto la croce e con le parole della medaglia.”EIUS IN OBITU NOSTRO PRESENTIA MUNIAMUR” (Possiamo essere protetti dalla sua presenza nell’ora della nostra morte) e da alcune iniziali qui spiegate: C. S. P. B.Crux Sancti Patris Benedecti Croce del Santo Padre Benedetto-C. S. S. M. L.Crux Sacra Sit Mihi Lux Croce sacra sii la mia Luce-N. D. S. M. D.Non draco sit mihi dux Che il dragone non sia il mio duce-V. R. S.Vadre Retro satana Allontanati satana!-N. S. M. V.Non Suade Mihi Vana Non mi persuaderai di cose vane-S. M. Q. L. Sunt Mala Quae Libas Ciò che mi offri è cattivo-I.V. B. Ipsa Venena Bibas Bevi tu stesso i tuoi veleni. Secondo i dettami della chiesa cattolica è indispensabile portarla con fede e in grazia di Dio.Essa è utile nei pericoli, avvelenamenti e contro gli attacchi del male.Va benedetta da un sacerdote.

Nessun commento:

Posta un commento